“Jurassic World – Il regno distrutto” SUCCESSO GARANTITO WORLDWIDE MA IL SEQUEL IN SALA E’ MENO IMPERDIBILE DEL PRECEDENTE

“Jurassic World – Il regno distrutto” SUCCESSO GARANTITO WORLDWIDE MA IL SEQUEL IN SALA E’ MENO IMPERDIBILE DEL PRECEDENTE

Grazie a “Jurassic World” del 2015 (il primo della nuova era, il quarto della saga) – Hollywood ha sfornato un nuovo divo Chris Pratt: bello, simpatico, bravo. Subito lanciato nello spazio con “Passengers”, arruolato tra “I magnifici 7″, confermato in “Guardiani della Galassia …Vol. 2″ e promosso tra gli “Avengers in Infinity War”, è ormai l’uomo dei blockbuster. Dopo “I magnifici 7″ lo rivedremo nel western “The Kid” di Vincent D’Onofrio insieme a Ethan Hawke e in “Cowboy Ninja Viking”.

Ma la gente (pubblico) se l’abitui bene vuol sempre il meglio da un nuovo appuntamento di una saga di successo, sicuramente non perderà la nuova puntata, ma “Jurassic World” (il precedente) era un vera “avventura”, divertente, avvincente, il nuovo capitolo è più per teen ager, non garantisce le emozioni del precedente, conserva di base il messaggio ambientalista ormai quasi clichè che “se vai contro la natura, la stessa prende il sopravvento sull’uomo”.

Ma ad Hollywood non interessa molto : già previsto per il 2021 “Jurassic World 3″ (il sesto) della saga. Incassi inevitabili e scontati ….ma il precedente era un’altra cosa. Voto 6.

I commenti sono chiusi.