A. Lecce cinema francese e italiani a confronto

INTERESSANTI SPUNTI. Perché le commedie italiane (spesso) non sono all’altezza di quelle francesi? E perché in Italia non ci sono attori richiesti ad Hollywood? Appunti di viaggio a Lecce

Spunti da “Vive le Cinéma”: il Festival del Cinema Francese approda a Lecce

1.Remake

Interessante il paragone tra commedia italiana e commedia francese, azzerando qualsiasi esterofilia e’ subito venuto fuori il problema delle comnedie italiane remake  dei film francesi e non solo francesi.

Spesso vengono  asciugati da quell’ironia geniale e cinica, dii base (come poi è la vita e come erano le commedie italiane di una volta spesso cattive e travolgenti) e nell’adattamento italiano vengono scritti  pensando ad un pubblico che ama le “commedie leggere” confondendo sempre più spesso il “leggero” con il “superficiale” ma il pubblico cambia e cerca anche nel divertimento idee scritte molto bene con dialoghi non  scontati e attori spesso diversi che possano spiazzare per la loro bravura. Il pubblico ricorda quel che ha visto in passato e per spendere devi garantire qualcosa di più da quello che si aspetta.

2 Francia : Fattore importante la sceneggiatura – Italia : no cast no film

Parlando con un produttore francese paese dove il cinema è una vera industria ha ribadito che in Francia come in America alla base di tutto c’e’ la scrittura e si sperimenta nella ricerca degli artisti… In Italia invece l’attivazione del film è soggetto alla scelta degli attori. Se hai il cast giusto il film si fa.. C’e’ un approccio completamente diverso.

3) Terzo fattore è la povertà di alcune  commedie Italiane rispetto a quelle francesi che hanno alla base un’idea semplicissima tipo il tirchio, il perseguitato  dalla sfortuna, il wedding planner alle prese con gli inconvenienti nei matrimoni  etc.. Ma girate come fossero commedie americane. Spesso si ha una preclusione per. vedere una commedia italiana considerata non all’altezza dell’investimento che fa una coppia per uscire da casa.

4) Attori spesso comparse nei film  americani girati in Italia

Quarto fattore e’ il cast artistico, abbiamo attori di cui gioiamo, ma…

Primo interrogativo :, Quali attori o attrici bravi (bravi) italiani lavorano in produzioni americane?
 Un numero molto  vicino allo Zero….

E altro interrogativo :, quando vengono in Italia perché lasciano  ad artisti italiani famosi ruoli da figurazione speciale o poco più (a parte rari esempi) ?

Al contrario parliamo di attori e attrici francesi corteggiati da sempre da Hollywood e non solo : Vincent Cassel, Jean Reno, Daniel Auteuil, Gérard Depardieu,…

E attrici? A parte Juliette Binoche,
Isabelle Huppert,…

Dove sta una Melanie Thierry che passa da Mathieu Kassovitz  a Terry Gilliam?

Dove sta una Lea Seydoux che passa da La vita di Adele a film di Wes Anderson lavorando  per Yorgos Lanthimos e Xavier Dolan?

Dove una Marion Cotillard che passa da Tim Burton a Ridley Scott, Christopher Nolan e Woody Allen, Dardennne e Zemeckis ?

5) molto interesse per i registi italiani

Sempre più  amati in Francia invece i registi italiani una volta c’era Moretti e pochi altri i Francesi amano Garrone, Sorrentino e tantissimi altri registi che sanno spiazzare il pubblico senza fare come molti loro colleghi ogni anno il compitino per rispondere comunque  all’appello dell’attivazione di un progetto.

Presenti nella prima serata della kermesse che omaggia il cinema francese a Lecce con una film commission che offre 10 milioni di euro come fondo per girare…
oltre a registi, attori e produttori francesi per l’Italia  anche il cosceneggiatore di Gomorra  Stefano Bises, Sebastiano Riso, Leonardo Guerra Seràgnoli….

Con l’apertura di Ozon  tifosissimo che prendendo il microfono  ha detto “Spero che con questa settima  possiate amare il cinema francese quanto il calcio francese..” . Gioendo della presenza della nazionale francese in finale.

I commenti sono chiusi.