GLI SPECIALI: “L’ATTORE? DOVREBBE SEGUIRE UN’ETICA PER PAGARE IL MUTUO C’E’ SEMPRE TEMPO”…. IL FUTURO DEL CINEMA SEMPRE PIU’ SUL WEB CON   DISNEY+  (con Marvel+ Pixar), NETFLIX, AMAZON, APPLE  ….  E IN TV SKY E POCO ALTRO….

GLI SPECIALI: “L’ATTORE? DOVREBBE SEGUIRE UN’ETICA PER PAGARE IL MUTUO C’E’ SEMPRE TEMPO”…. IL FUTURO DEL CINEMA SEMPRE PIU’ SUL WEB CON   DISNEY+  (con Marvel+ Pixar), NETFLIX, AMAZON, APPLE  ….  E IN TV SKY E POCO ALTRO….

ARRIVA LO STRAN..

“Non c’è mai stata così tanta ricerca di contenuti” lo ha detto un produttore l’altro giorno raccontando di come “lo straniero” o il “diverso” stia portando reale  e concreta  opportunità per tutti. Proprio nell’ottica del diverso che è il tema di quest’anno di una kermesse di cinema impeccabile supervisionata dall’attrice Stefania Rocca.

Anche oggi se ne è parlato in una delle Mastercalss veramente utili ed interessanti che da 4 giorni sono in programma all’Otranto Film Festival, un gruppo di giovani studenti  di cinema hanno avuto l’opportunità di conoscere ‘importanza di   figure basilari del cinema come il direttore della fotografia, il montaggio, la regia, lo sceneggiatore ma anche come approcciarsi alla settima arte  con professionalità.

TV GENERALISTA

Proprio oggi si è parlato di come la tv generalista abbia nevitabilmente  aperto la strade ad una tv più selettiva pur sempre seguita dal largo pubblico.
I dati parlano di un alfabetismo (o forse meglio parlare anche di abbrutimento culturale o involuzione) ancora molto alto e per raggiungere la grande massa serve abbassare il livello dei prodotti, questo accade spesso (non sempre ma spesso) nella tv generalista.  

NETFLIX

Netflix ha aperto la strada a tutto ciò che è sperimentale, sempre tenendo conto degli abbonati per loro indispensabili, si rivolgono in Italia  a prodotti legati alle famiglie (commedie di evasione con reunion di attori noti) o ai più giovani (vedi Baby). Ultimamente sul piano seriale si stanno producendo numerose  serie:  una sule streghe, l’altra su un ragazzo di colore (Zero),  storia giovanile di reale integrazione dei nostri giorni e   Curon  per chi ama il fantasy.   Ma anche tantissimi film.

NETFLIX E PRODUZIONI

E’ passato più di un anno dal calvario che ha passato il film “Sulla mia pelle” a livello distributivo, ora sono numerose le produzioni a preparare film per Netflix creando anche molta confusione perchè nei curriculum degli attori esiste fiction e cinema, la domanda è:  un film fatto per Neflix (anche se passa via web) nel curriculum   è da considerare cinema o tv? Alcuni film passeranno prima per il cinema per poi andare in streaming, altri andranno direttamente in streaming.

L’importante è comunque avere innumerevoli occasioni di lavoro come  accaduto per (la pay tv che ancora resiste) Sky che sta producendo tra le tante serie ROMULUS dove lavorano tantissimi nuovi giovani attori, Sky  ha segnato la storia dellA fiction 11 anni fa con “Romanzo criminale” basata sull’omonimo romanzo del giudice Giancarlo De Cataldo che è qui all’Otranto Film festival dove incontrerà il pubblico domani.

Amazon?

Amazon Prime Video  non ha come core business lo straming video, guadagna milioni di euro in tutto il mondo vendendo prodotti ma è molto lungimirante e continua a produrre serie e film.

Ci sono poi le varie piattaforme di sfruttamento   Google Play, Rakuten TV, TIMVISION,, Infinity, CHILI e NOW TV. E poi Anche canali come Fox, Discovery Channel etc… e altre piattaforme online come TaTaTu.

MA IL VERO WEB POWER STA ARRIVANDO ….

Ora come recita il detto “Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare” arrivano i due veri colossi Apple e Disney+-

L’approdo di DIsney+ farà tremare tutti, una piattaforma che offrirà tutto il mondo irrinunciabile di Disney (con contenuti anche esclusivi, remake e spinoff di titoli celebri), quello della Pixar, quello della  Marvel, il mondo di Star Wars , quello derivante dall’acquisizione di 20th Century Fox e anche National Geographic.

Riuscirà Netflix a competere con Disney e Apple? in un mondo in cui il tablet per i ragazzini (Sempre più orfani di genitori assenti e consenzienti invece che “educandi”)  è diventato la tata digitalizzata, i bambini cresceranno con Disney e Pixar , diventeranno teen ager con la Marvel e saranno appassionati al mondo Fantasy e non solo, visto i contenuti esclusivi già svelati della nuova piattaforma Disney+ ..ragazzi che probabilmente avranno tutto  disponibile su Itunes e Apple.

SOCIAL ..

Unico settore che non è esploso è quello dei social e di Youtube,  Yotube ha cercato di lanciare più volte contenuti esclusivi ma il gratis e la pirateria ha sempre superato tutto il resto.  Facebook  è poco utilizzato dai giovani, instagram è ancora fortissimo curioso pensare a come nessuno abbia ancora sfruttato le stories o i contenuti igtv (monitor del proprio profilo) per inserire contenuti esclusivi. Una delle società più potenti potrebbe occupare con i propri prodotti   quei monitor di milioni di iscritti a instagram e veicolare contenuti  negli spazi igtv degli utenti con più followers, le stories brevi sono seguitissime oggi da  tutti (hanno sostituito lo scrolling)  e rimandano a contenuti più lunghi su igtv.

‘Bandersnatch’ si o no ? 
Ci sarà futuro per esperimenti come  ”Bandersnatch” di Black Mirror dove decidi in prima persona dove direzionare i tuoi personaggi ?  La risposta è negativa, un esperimento che continuerà a crearne altri ma non ha reale futuro nel cinema per i relatori di oggi sono aspetto ludico. 

E il cinema?

Non finirà mai di stupirci e le sale non scompariranno ma il pubblico cambia e magari serve direzionare il contenuto giusto nel contenitore giusto, molti film possono passare per lo straming legale senza passare per il cinema, visto il numero anche di film che ancora non hanno trovato spazio in sala. Anche se molti attendono la partecipazione a qualche festival che possa  lanciarli oppure una distribuzione che possa traghettarli in sala anche per pochi giorni che non è così semplice.

Sulla tv generalista è intervenuto uno degli attori ricordando agli artisti “Sognate in grande. Fuggete dalla vostra confort zone, il mutuo arriva per tutti ma pensate in grande distaccatevi dalle serie generaliste anche perché l’artista deve avere un’etica deve trasmettere messaggi. Il regista sceglie un attore proprio perché si crea quella sinergia e l’attore diventa inevitabilmente autore perché veicola il messaggio del regista/sceneggiatore.”

Concludendo si è parlato anche di una tendenza purtroppo non positiva anche se redditizia per alcune società, quella di fare sequel di film andati bene o remake di film stranieri. Molte produzioni prendono libri e sviluppano quell’idee acquisendone  i diritti (l’attualizazione di vecchi testi è sempre più di moda nel mondo), altri invece scovano film stranieri e adattano un remake per l’Italia.   Servirebbero idee originali.
Ma il cinema resta sempre migliore della tv generalista dove i prodotti più amati oggi sono sempre thriller o legati alla mafia/camorra, etc…

Per gli artisti un messaggio è stato lanciato da uno dei relatori delle numerosi masterclass

Per chi vuol fare l’attore/l’attrice leggere libri e’ indispensabile per capire tante vite e poterle rappresentare. Saper percepire e rappresentare al di fuori di quello che abbiamo vissuto ci aiuta sempre. Osservazione e immaginazione sono alla base dell’arte ma spesso si raccontano nel cinema storie lontane dalla nostra vita ed e’ importante rievocare personaggi letti in alcune pagine di libri indispensabili. Aprirsi all’altrove e non solo ai luoghi comuni e’ importante per un artista.

Mai pensare di emulare altri, essere unici e’un punto di forza di un attore, serve conoscere i cliché per riuscire a superarli .

Da Otranto film festival è quasi tutto…
show must go on

I commenti sono chiusi.