Un  film molto  interessante  ”Aspromonte- La terra degli ultimi” di Mimmo Calopresti

Un  film molto  interessante  ”Aspromonte- La terra degli ultimi” di Mimmo Calopresti
che racconta di un passato sempre presente..siamo in Calabria una maestra per scelta scende nel Sud per istruire ragazzi che non sanno cosa sia una scuola …per loro ci sono solo campi su cui lavorare. La voglia di costruire una strada viene fermata dal boss locale (Rubini) con lo Stato che senza denunce e testimonianze  non può far nulla….

Una realtà sempre attuale: la criminalità che  si fa spazio grazie all’ignoranza di gente dimenticata dallo Stato che vede nelle persone armate e  arroganti l’unico modo per sopravvivere.

Il film affronta anche l’importanza della cultura come risorsa per crescere e per creare un mondo migliore.

La.maestra ai ragazzi  “potete andare ovunque e viaggiare  con la fantasia  leggendo un libro pur rimanendo fermi”.
..

Dopo una prima parte del film più autoriale    per far conoscere il paese che vive solo di agricoltura
..il film incuriosisce scena dopo scena e decolla diventando un film “per tutti” grazie  a messaggi importanti sull’importanza e sul coraggio di voler cambiare noi stessi perché cambiando il nostro modo di comportarsi possiamo con le nostre scelte  cambiare gli altri, serve il coraggio di ribellarsi e di non accettare tutto perché  la vita va avanti comunque, crescere vuol dire cambiare e mai accettare.

Anche se il regista ritiene importante il messaggio sulla tolleranza per noi e’ importante il messaggio sul coraggio e la voglia di cambiare per crescere e realizzare i propri sogni.

C’e'anche un cameo di Fulvio Lucisano.

E’ sicuramente un film che non pretende di scalare il Box Office ma ci fa piacere  non averlo perso.

I commenti sono chiusi.