ARRIVA GIOVEDÌ LA STORIA DI UNA RAGAZZA CANADESE, nata in una famiglia di 14 figli, diventata famosa a 12 anni, elencata da Forbes nel 2019 come la terza artista musicale femminile piú ricca al mondo ….Céline Dion (stile molto francese per un biopic liberamente ispirato alla sua storia)

Céline Dion è nata in una piccola città del Québec. La famiglia che era composta dai genitori e dai 14 figli si esibiva spesso in gruppo nei piano-bar della zona, all’età di cinque anni, la giovane Céline fece la sua prima performance pubblica al matrimonio di suo fratello Michel

Il nome della Dion deriva dal titolo di una canzone del cantautore francese Hugues Aufray: Céline.

All’età di 12 anni, scrisse la sua prima canzone. Nel 1981, a 13 anni Céline Dion fece la sua prima apparizione televisiva in un popolare talk show. A 16 anni si esibisce nello Stadio Olimpico di Montréal, davanti ad un pubblico di 60 000 spettatori, tra cui papa Giovanni Paolo II e sempre a 16 anni si esibisce all’Olympia di Parigi, aprendo il concerto del cantante Patrick Sébastien per cinque settimane…

Secondo Forbes Celine Dion nel 2019 era la terza artista musicale femminile piú ricca al mondo con un patrimonio stimato di 450 milioni di dollari. E’ una delle celebrità della Hollywood Walk of Fame.

“Aline – La voce dell’amore” da giovedì prossimo in sala racconta cronologicamente la sua storia.

Il film ha uno “stile molto francese” non è un biopic patinato come i tanti talent movie che si vedono continuamente made in Usa e allo stesso tempo non è un biopic dai lati anche drammatici. I toni del film sono comunque sempre molto leggeri. La struttura del film è abbastanza semplice e lineare. Un film per chi vuol conoscere le origini e i grandi successi di Celine Dion.

Non è sicuramente un biopic indimenticabile, ma comunque un film leggero, per tutti (…e per tutti quelli che amano i film francesi).

Voto 6

I commenti sono chiusi.