Fast 8 oggi supera i 12 milioni e “Suicide Squad”

Questi i maggiori 10 incassi della stagione in mln di euro e data di uscita – Dati Cinetel

###

1) Disney – “La Bella e la bestia” – 20.2 milioni di euro (16/3/2017) 3.1 milioni di presenze (1* film per presenze in sala).

2) ANIMAZIONE – Disney – ”Alla ricerca di Dory” 15.1 milioni di euro (15/9/2016) 2.4 milioni di presenze (2* film per presenze in sala).

3) WB – ”Animali fantastici: dove trovarli” 14.9 milioni di euro (17/11/2016) 2.2(43) milioni di presenze (5* film per presenze in sala).

4) Universal – “Cinquanta sfumature di nero” 14.8 milioni di euro (9/2/2017) 2.1 milioni di presenze (6* film per presenze in sala).

5) ANIMAZIONE – Disney – “Oceania” (Moana) 14.3 milioni di euro (22/12/2016) 2.2(54) milioni di presenze (4* film per presenze in sala).

6) ANIMAZIONE – Universal – “Pets – Vita da animali” 13.3 milioni di euro (6/10/2016) 2.2(75) milioni presenze (3* film per presenze in sala).

7) WB – “Inferno” 12.4 milioni di euro (13/10/2016) 1.8 milioni di presenze (7* film per presenze in sala).

8) WB – “Suicide Squad” 12.1 milioni di euro (Uscita : 13/8/2016) 1.7(95) milioni di presenze (9* film per presenze in sala) .

9) Universal – “Fast & Furious 8″ – 11.8 milioni di euro (13/4/2017) 1.5 milioni di presenze (10* film per presenze in sala).

10) ITALIA – Medusa – “L’ora legale” – 10.3 milioni di euro (4/1/2017) 1.7(97) milioni di presenze (8* film per presenze in sala).

####

3 film distribuiti dalla Disney, 3 dalla Universal, 3 dalla Warner Bros e 1 dalla Medusa

Tra i primi 10 incassi nessun film per ora di 01 Distribution, 20th Century Fox Italia, Bim Distribuzione, Eagle Pictures, Lucky Red Distribuzione.

L’uomo più richiesto del cinema italiano del momento : lo sceneggiatore Guaglianone…”Non giudico i miei personaggi e prendo tutti i giorni l’autobus”

L’uomo più richiesto del cinema italiano del momento : lo sceneggiatore Guaglianone…”Non giudico i miei personaggi e prendo tutti i giorni l’autobus”

“L’ora legale” primo incasso italiano della stagione con 10.340.533 euro ha ricevuto al Bifest di Bari il Premio Tonino Guerra per il miglior soggetto al Petruzzelli di Bari alla presenza di tre dei cinque sceneggiatori Valentino Picone, Nicola Guaglianone, Fabrizio Testini (che hanno formato il film insieme Edoardo De Angelis e Salvatore Ficarra).

Valentino Picone : Il successo del film? “Le storie che si raccontano in un film più sono semplici semplici e più possono apparire innovative”.

“Il film e’ comunque un lavoro corale, ha aggiunto l’attore, regista e cosceneggiatore della commedia, spesso alcune idee vengono proprio sul set, dal direttore della fotografia dalla costumista….. dal cast tecnico, con gli sceneggiatori pronti a cogliere piccole aggiunte, le idee di un film possono arrivare anche quando si gira”

Uno degli sceneggiatori,Fabrizio Testini ha anche raccontato come Ficarra e Picone siano tra i pochissimi comici televisivi che funzionano veramente al cinema “un linguaggio totalmente diverso che quasi mai funziona al cinema, con loro si”

Picone ha aggiunto “la tv e’ diversa completamente dal teatro e cinema, infatti abbiamo iniziato non firmando i nostri film, entrando pian piano nel mondo ancora non nostro, per poi passare dietro la macchina da presa circondandoci di professionisti che poi sono restati con noi nella squadra”.

Guaglianone ha poi aggiunto i suoi due film precedenti : “Con Mainetti ci eravamo annoiati del cinema d’autore italiano, il solito ripetitivo….e con Mainetti abbiamo realizzato (lo chiamavano) Jeeg Robot”….Poi mi hanno chiamato per Indivisibili mi piaceva raccontare la storia di due gemelle e con lo stesso produttore (Attilio De Razza anche lui presente) ho poi scritto L’ora legale.

“Un consiglio per chi vuole fare lo sceneggiatore?” ha aggiunto Guaglianone “e’ esser disposto a cambiare idea per una migliore….il regista ha un grande ego ma anche gli sceneggiatori non sono da meno. Serve sincerità e rispetto per gli altri”

Il successo non cambia….lo sceneggiatore più richiesto del momento Guaglianone ha detto “prendo ancora il bus…ogni giorno”

E aggiunge “l’importante quando si scrive una sceneggiature e’ non giudicare mai i tuoi personaggi”

VISTI PER VOI – “Miss Sloane – Giochi di potere”

VISTI PER VOI – “Miss Sloane – Giochi di potere”

Anche se rivolto ad un pubblico di nicchia, fatto di veri cinefili molto interessante “Miss Sloane – Giochi di potere” è la storia di una lobbista interpretata da Jessica Chastain (che attrice!! Non sbaglia mai un’espressione) che riesce ad avere sul lavoro il controllo su tutto e ad anticipare le mosse dell’avversario.
Quando le viene offerto di innescare l’interesse dell’opinione pubblica per far passare una legge sulle armi lei rifiuta passando dall’altra parte della barricata, da quel momento tutti cercheranno di distruggerla…. Il film sale d’interesse scena dopo scena, attori tutti bravissimi.

VISTI PER VOI – “Tutto quello che vuoi”

Moltooo carino e ben scritto (3 minuti di applausi interminabili a Bari) il “Quasi amici trasteverino” di Francesco Bruni …”Tutto quello che vuoi”… A 6 anni da “Scialla” Bruni torna a raccontare lo scontro generazionale tra nuove generazioni e persone d’altri tempi.

Il protagonista della commedia di Bruni e’ un ragazzo romano d.o.c. trasteverino senza lavoro che passa le giornate a parlare di donne al bar con gli amici, ha un rapporto conflittuale col padre di cui non sopporta la compagna.

Al ragazzo viene proposto di far compagnia ad un signore anziano con l’alzheimer, simpatico, schietto, interpretato da Giuliano Montaldo (regista qui alla prima volta da attore coprotagonista).

Ci sono scene molto divertenti (ed alcune emozionanti) come quando il ragazzo va in una biblioteca per la prima volta e gli si chiede “hai una tessera?” E lui “ho quella dello stadio”
Oppure i compagni che per tutto consultano lo smartphone per googleggiare, anche per calcolare quanti anni abbia una persona usano la calcolatrice del cellulare.

Nel film appaiono altri attori come Donatella Finocchiaro (sempre piacere vederla, brava), gli amici del bar (Propizio ed altri tutti giusti) e il sempre giusto e intenso Antonio Gerardi.

‘Tutto quello che vuoi” e’ una piacevole commedia che fotografa quanto l’incontro tra due persone apparentemente opposte possa aprire scenari impensabili……

“Il mestiere del sapiente: quando credi di sapere non sai niente”

Buon film . In uscita l’11 maggio. Voto 6 1/2 (In alcune scene anche 7)

Peccato esca a maggio…ma consigliamo di vederlo…Un film per tutti dai 18 agli 80 anni….

3 minuti di applausi al Petruzzelli di Bari pieno di spettatori fino al quarto anello.

La saga di Fast negli Usa ad oggi la 9* di maggior incasso

La saga di Fast negli Usa ad oggi la 9* di maggior incasso

Ecco le saghe cinematografiche più redditizie di sempre negli Usa e le prossime uscite

La classifica aggiornata delle maggiori saghe cinematografiche di successo (franchises) negli Usa vede al primo posto i film della Marvel con 4 miliardi di dollari (4.234), 2* Star Wars con 3.389, 3* il mondo dei maghi tratto dai libri di J.K. Rowling con 2.625 (2.391 dei quali con Harry Potter), 4* Batman con 2.405, 5* James Bond con 2.112, 6* X-Men 2.037, 7* Il signore degli anelli e Hobbit con 1.846, 8* Spider-Man 1.578,9* The Fast and the Furious 1.454 , 10* The Hunger Games con 1.451, 11* Shrek con 1.419, 12* Jurassic Park con 1.419, 13* Star Trek 1.401, 14* Twilight con 1.363, 15* Transformers con 1.325, 16* Pirates of the Caribbean 1.279, 17* The Dark Knight Trilogy 1.186 e 18* Superman 1.139.

Appartenenti all’Universo Marvel usciranno in Italia il 25 aprile 2017 “Guardiani della Galassia Vol. 2″, il 25 ottobre 2017 “Thor: Ragnarok” e il 25 aprile del 2018 “Avengers: Infinity War”.

Usciranno inoltre numerosi titoli appartenerti alle saghe di maggior successo : il 24 maggio “Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar” di Joachim Ronning e Espen Sandberg, il 22 giugno del 2107 “Transformers 5″ (12 luglio 2018 ”Transformers 6″, 27 giugno 2019 ”Transformers 7″), il 6 luglio del 2017 “Spider-Man : Homecoming”, il 13 dicembre del 2017 “The Last Jedi” di Rian Johnson, il 7 giugno del 2018 il sequel di “Jurassic World”, il 15 novembre del 2018 “Animali fantastici dove trovarli 2″, il 19 novembre del 2019 “Animali fantastici dove trovarli 3″, il 18 aprile del 2018 “Fast & Furious 9″, il 1 aprile 2021 “Fast & Furious 10″ e prossimamente “The Batman” di Matt Reeves.

11 MILIONI PER FAST 8 – Questi i maggiori 10 incassi della stagione

Questi i maggiori 10 incassi della stagione in mln di euro e data di uscita – Dati Cinetel

###

1) Disney – “La Bella e la bestia” – 20.2 milioni di euro (16/3/2017) 3.1 milioni di presenze (1* film per presenze in sala).

2) ANIMAZIONE – Disney – ”Alla ricerca di Dory” 15.1 milioni di euro (15/9/2016) 2.4 milioni di presenze (2* film per presenze in sala).

3) WB – ”Animali fantastici: dove trovarli” 14.9 milioni di euro (17/11/2016) 2.2(43) milioni di presenze (5* film per presenze in sala).

4) Universal – “Cinquanta sfumature di nero” 14.8 milioni di euro (9/2/2017) 2.1 milioni di presenze (6* film per presenze in sala).

5) ANIMAZIONE – Disney – “Oceania” (Moana) 14.3 milioni di euro (22/12/2016) 2.2(54) milioni di presenze (4* film per presenze in sala).

6) ANIMAZIONE – Universal – “Pets – Vita da animali” 13.3 milioni di euro (6/10/2016) 2.2(75) milioni presenze (3* film per presenze in sala).

7) WB – “Inferno” 12.4 milioni di euro (13/10/2016) 1.8 milioni di presenze (7* film per presenze in sala).

8) WB – “Suicide Squad” 12.1 milioni di euro (Uscita : 13/8/2016) 1.7(95) milioni di presenze (9* film per presenze in sala) .

9) Universal – “Fast & Furious 8″ – 11.1 milioni di euro (13/4/2017) 1.5 milioni di presenze (10* film per presenze in sala).

10) ITALIA – Medusa – “L’ora legale” – 10.3 milioni di euro (4/1/2017) 1.7(97) milioni di presenze (8* film per presenze in sala).

####

3 film distribuiti dalla Disney, 3 dalla Universal, 3 dalla Warner Bros e 1 dalla Medusa

Tra i primi 10 incassi nessun film per ora di 01 Distribution, 20th Century Fox Italia, Bim Distribuzione, Eagle Pictures, Lucky Red Distribuzione.

La saga di Fast ad oggi la 10ma di maggior incasso negli Usa

Ecco le saghe cinematografiche più redditizie di sempre negli Usa e le prossime uscite

La classifica aggiornata delle maggiori saghe cinematografiche di successo (franchises) negli Usa vede al primo posto i film della Marvel con 4 miliardi di dollari (4.234), 2* Star Wars con 3.389, 3* il mondo dei maghi tratto dai libri di J.K. Rowling con 2.625 (2.391 dei quali con Harry Potter), 4* Batman con 2.405, 5* James Bond con 2.112, 6* X-Men 2.037, 7* Il signore degli anelli e Hobbit con 1.846, 8* Spider-Man 1.578,9* The Fast and the Furious 1.454 , 10* The Hunger Games con 1.451, 11* Shrek con 1.419, 12* Jurassic Park con 1.419, 13* Star Trek 1.401, 14* Twilight con 1.363, 15* Transformers con 1.325, 16* Pirates of the Caribbean 1.279, 17* The Dark Knight Trilogy 1.186 e 18* Superman 1.139.

Appartenenti all’Universo Marvel usciranno in Italia il 25 aprile 2017 “Guardiani della Galassia Vol. 2″, il 25 ottobre 2017 “Thor: Ragnarok” e il 25 aprile del 2018 “Avengers: Infinity War”.

Usciranno inoltre numerosi titoli appartenerti alle saghe di maggior successo : il 24 maggio “Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar” di Joachim Ronning e Espen Sandberg, il 22 giugno del 2107 “Transformers 5″ (12 luglio 2018 ”Transformers 6″, 27 giugno 2019 ”Transformers 7″), il 6 luglio del 2017 “Spider-Man : Homecoming”, il 13 dicembre del 2017 “The Last Jedi” di Rian Johnson, il 7 giugno del 2018 il sequel di “Jurassic World”, il 15 novembre del 2018 “Animali fantastici dove trovarli 2″, il 19 novembre del 2019 “Animali fantastici dove trovarli 3″, il 18 aprile del 2018 “Fast & Furious 9″, il 1 aprile 2021 “Fast & Furious 10″ e prossimamente “The Batman” di Matt Reeves.

Bifest – Alessandro Gassmann: quello schiaffo di papà che mi aprì al cinema

Straordinaria affluenza di pubblico al Teatro Petruzzelli per la seconda Masterclass che avuto come protagonista Alessandro Gassmann. Che ha ricordato il padre, cui il Bif&st rende omaggio quest’anno, ma anche ripercorso la sua carriera di attore e regista.

“Sono felice di essere tornato al Bif&st, non solo per l’omaggio che il Festival riserva a mio padre, ma anche perché proprio qui fui premiato per la mia opera prima da regista ‘Razzabastarda’. Spero che la mia presenza mi porti fortuna per il secondo film di cui inizierò le riprese tra pochi giorni”.

Un lungo e affettuoso applauso ha accolto l’arrivo sul palco del Teatro Petruzzelli di Alessandro Gassmann, protagonista della seconda Masterclass del Bif&st 2017, moderata dal critico Enrico Magrelli. Un incontro che ha visto una straordinaria partecipazione di pubblico già dalla proiezione che ha aperto la mattinata, “Il nome del figlio” di Francesca Archibugi, una delle più acclamate interpretazioni dell’attore, che ha recentemente riscosso anche un grande successo in televisione con “I bastardi di Pizzofalcone” di cui ha annunciato una seconda serie.

Gassmann ha riavvolto il nastro della sua carriera, inizialmente legata al padre che lo fece debuttare da bambino, riprendendolo dall’età di sette anni e fino ai diciassette per “Di padre in figlio”, presentato a Venezia nel 1982. “Quel film porta anche la mia firma, anche se io non girai assolutamente nulla, penso che papà lo accreditò anche a me per farmi prendere i soldi dalla SIAE. Io feci il film controvoglia, alla fine papà dovette anche accelerare le riprese facendomi truccare da venticinquenne. Poi ci fu un episodio particolarmente spiacevole: papà volle ricostruire quella volta che, quando avevo undici o dodici anni, durante una lezione di inglese mi dette il primo e unico ceffone della sua vita. Ebbene, sul set me lo diede di nuovo, con la stessa forza, tanto che io piansi allo stesso modo. Ma in quel caso era come se stesse adottando una terapia d’urto, mi stava dicendo a modo suo: ‘benvenuto nel mondo del cinema’.

Il cinema, tuttavia, non sembrava far parte degli orizzonti di Alessandro che per sé progettava un futuro da ingegnere agrario. “Quando seppe delle mie intenzioni di iscrivermi all’Università, papà mi volle subito con sé a teatro, aveva paura che non concludessi nulla. Qualche settimana dopo debuttammo a Pistoia con ‘Affabulazione’ da Pasolini, io dovevo recitare nudo e con i capelli tinti di biondo, sembravo un incrocio tra il ballerino Truciolo e David Bowie! Per fortuna al secondo atto, al centro della scena c’era lui e il pubblico nemmeno si accorgeva più della mia presenza sul palco”. Ciò che si ripeté qualche anno dopo, quando sempre accanto al padre recitò in “Moby Dick”, messo in scena al Porto di Bari. “Il palco era la prua di una nave alla quale avevano tolto un parapetto per esigenze di scena. Ad un certo punto, io pensavo di appoggiarmi sul parapetto e quindi caddi rovinosamente, facendo un gran rumore. Ma lui stava recitando il monologo di Achab, e dunque non se ne accorse nessuno!”

L’imbarazzo segnò anche il debutto al cinema da protagonista di Alessandro Gassmann. “Fui chiamato da Luciano Odorisio per ‘La monaca di Monza’ nel quale recitavo accanto all’attrice Myriam Roussel che all’epoca era incinta al quarto mese. Per questo fui utilizzato praticamente come ‘tappapanza’. Nelle scene d’amore si vedeva solo il mio sedere!”

“Ci ho messo del tempo, tuttavia, prima di capire che mi piaceva fare l’attore. Accadde quando Pino Quartullo mise in scena prima a teatro e poi al cinema la commedia ‘Quando eravamo repressi’. Lì mi resi conto che riuscivo a far ridere, sdrammatizzando così la mia fisicità. Sapere di fare ridere mi ha fatto venire la voglia di migliorare come attore drammatico.”

L’emancipazione dal suo ingombrante cognome è avvenuta, sostiene l’attore, con “Il bagno turco”, l’opera prima di Ferzan Ozpetek. “Un film che nessuno voleva fare, il regista era sconosciuto, Marco Risi che lo produceva dovette impegnarsi casa sua, gli attori rifiutavano uno dopo l’altro di interpretare un omosessuale. Lo feci io e fu un grande successo che mi portò anche diversi premi”.

Tornando al padre, Alessandro lo ricorda come “un uomo molto rigido, severo ma anche estremamente dolce e affettuoso. Era un uomo del 1922, di origine ebraica, aveva perso il padre a quattordici anni e vissuto gli stenti del fascismo e della guerra. Riconosceva il valore di avere iniziato da zero e di non avere mai tentato scorciatoie. Pensava che fosse giusto fare sempre le scelte più faticose e questo è stato per me un grande insegnamento che applico quotidianamente nella mia vita.”

Da un paio d’anni Alessandro Gassman è Ambasciatore Unhcr, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per i Rifugiati. Per quest’ultima, ha realizzato due anni fa un docufilm, “Torn – Strappati” del quale è stata proiettata una clip nel corso dell’incontro e che sarà proiettato, nella sua interezza, stasera al Cinema Galleria insieme al documentario “Alessandro Gassmann. Essere Riccardo… e gli altri” di Giancarlo Scarchilli. In conclusione, un auspicio: “Nel mio futuro cercherò di non fare più brutti film, come qualche volta mi è capitato. Ma soprattutto cercherò di evitare che un giorno qualcuno possa dire: ‘C’era una volta il grande Vittorio Gassmann. Poi, purtroppo, c’era anche un figlio…”.

Battendo Shrek e Jurassic Park, la saga di Fast ora nella top ten – Ecco le prime 10 saghe di sempre


La classifica aggiornata delle maggiori saghe cinematografiche di successo (franchises) negli Usa vede al primo posto i film della Marvel con 4 miliardi di dollari (4.234), 2* Star Wars con 3.389, 3* il mondo dei maghi tratto dai libri di J.K. Rowling con 2.625 (2.391 dei quali con Harry Potter), 4* Batman con 2.405, 5* James Bond con 2.112, 6* X-Men 2.037, 7* Il signore degli anelli e Hobbit con 1.846, 8* Spider-Man 1.578,9* The Hunger Games con 1.451, 10* The Fast and the Furious 1.426.

11* Shrek con 1.419, 12* Jurassic Park con 1.419, 13* Star Trek 1.401, 14* Twilight con 1.363, 15* Transformers con 1.325, 16* Pirates of the Caribbean 1.279, 17* The Dark Knight Trilogy 1.186 e 18* Superman 1.139.

Appartenenti all’Universo Marvel usciranno in Italia il 25 aprile 2017 “Guardiani della Galassia Vol. 2″, il 25 ottobre 2017 “Thor: Ragnarok” e il 25 aprile del 2018 “Avengers: Infinity War”.

Usciranno inoltre numerosi titoli appartenerti alle saghe di maggior successo : il 24 maggio “Pirati dei Caraibi: La Vendetta di Salazar” di Joachim Ronning e Espen Sandberg, il 22 giugno del 2107 “Transformers 5″ (12 luglio 2018 ”Transformers 6″, 27 giugno 2019 ”Transformers 7″), il 6 luglio del 2017 “Spider-Man : Homecoming”, il 13 dicembre del 2017 “The Last Jedi” di Rian Johnson, il 7 giugno del 2018 il sequel di “Jurassic World”, il 15 novembre del 2018 “Animali fantastici dove trovarli 2″, il 19 novembre del 2019 “Animali fantastici dove trovarli 3″, il 18 aprile del 2018 “Fast & Furious 9″, il 1 aprile 2021 “Fast & Furious 10″ e prossimamente “The Batman” di Matt Reeves.

“Fast & Furious 8″ batte “Rogue One: A Star Wars Story che esce dalla top ten

Questi i maggiori 10 incassi della stagione in mln di euro e data di uscita – Dati Cinetel

###

1) Disney – “La Bella e la bestia” – 20.1 milioni di euro (16/3/2017) 3.1 milioni di presenze (1* film per presenze in sala).

2) ANIMAZIONE – Disney – ”Alla ricerca di Dory” 15.1 milioni di euro (15/9/2016) 2.4 milioni di presenze (2* film per presenze in sala).

3) WB – ”Animali fantastici: dove trovarli” 14.9 milioni di euro (17/11/2016) 2.2(43) milioni di presenze (5* film per presenze in sala).

4) Universal – “Cinquanta sfumature di nero” 14.8 milioni di euro (9/2/2017) 2.1 milioni di presenze (6* film per presenze in sala).

5) ANIMAZIONE – Disney – “Oceania” (Moana) 14.3 milioni di euro (22/12/2016) 2.2(53) milioni di presenze (4* film per presenze in sala).

6) ANIMAZIONE – Universal – “Pets – Vita da animali” 13.3 milioni di euro (6/10/2016) 2.2(75) milioni presenze (3* film per presenze in sala).

7) WB – “Inferno” 12.4 milioni di euro (13/10/2016) 1.8 milioni di presenze (7* film per presenze in sala).

8) WB – “Suicide Squad” 12.1 milioni di euro (Uscita : 13/8/2016) 1.7(95) milioni di presenze (9* film per presenze in sala) .

9) Universal – “Fast & Furious 8″ – 10.3(51) milioni di euro (13/4/2017) 1.4 milioni di presenze (10* film per presenze in sala).

10) ITALIA – Medusa – “L’ora legale” – 10.3(40) milioni di euro (4/1/2017) 1.7(97) milioni di presenze (8* film per presenze in sala). 

####

3 film distribuiti dalla Disney, 3 dalla Universal, 3 dalla Warner Bros e 1 dalla Medusa

 

Tra i primi 10 incassi nessun film per ora di 01 Distribution, 20th Century Fox Italia, Bim Distribuzione, Eagle Pictures, Lucky Red Distribuzione.

Bifest 2017 – Andrej Konchalovsky: Il mio cinema, dalla parte del silenzio

 

Konchalovsky: «Il mio cinema, dalla parte del silenzio”
Bari: la prima Masterclass del Bif&st 2017

 

Al Teatro Petruzzelli protagonista il regista russo Andrej Konchalovsky, del quale è stato proiettato l’ultimo film, “Paradise”, già premiato a Venezia

 

«Fare cinema è come lavorare in giardino, ci sono tanti fiori diversi da piantare e curare. Così nel cinema si possono fare tanti film diversi, come pure faceva Kurosawa che era eclettico e curioso come me. Solo che io, da qualche tempo, ho deciso di andare verso un’unica direzione, andare alla scoperta di cosa significhi veramente la cinematografia».

Così Andrej Konchalovsky in apertura della sua Masterclass al Teatro Petruzzelli, primo, attesissimo appuntamento del Bif&st2017, preceduto dalla proiezione del suo ultimo film “Paradise”, già vincitore del Leone d’argento per la Migliore Regia all’ultima Mostra del Cinema di Venezia. Poche battute sul film la cui uscita in Italia è prevista per il prossimo autunno («Mi interessava raccontare il collegamento che può esistere tra una brava persona e una ideologia terribile, ovvero il potere seduttivo del male».) e poi via a ruota libera sulla sua idea di cinema e di arte, interrotto solo da alcune domande del critico Marco Spagnoli.

«Oggi siamo bombardati da troppe immagini e troppi suoni, si è perso il vero significato del cinema. Il suono, in particolare, viene riprodotto a volumi altissimi e ciò perché il pubblico è troppo impegnato a rumoreggiare masticando popcorn. Per questo ho vietato la vendita dei popcorn alle proiezioni dei miei film. Io penso invece che si debba riscoprire il significato e il valore del silenzio. Ai giovani che sono qui dico di trovare il tempo per studiare il silenzio, per esercitare la contemplazione, per poter percepire sé stessi».

L’autore di “A trenta secondi dalla fine” e “Maria’s Lovers” (entrambi i film sono parte dell’omaggio del Bif&st al regista, che sarà premiato stasera sempre al Teatro Petruzzelli con il Federico Fellini Platinum Award), è notoriamente polemico con il cinema americano che pure lo ha visto attivo per quasi un decennio negli anni ’80. «David Mamet ha scritto un libro,Bambi vs Godzilla. Leggetelo e capirete che differenza passa tra l’arte e l’intrattenimento. C’è divertimento anche nell’arte, solo che un buon film d’arte non te lo dimentichi, anzi alla fine resti in silenzio. L’arte ci impone un po’ di silenzio, ci suggerisce la necessità di riflettere. Se tocca la pancia, anziché la testa, è perché è profonda».

Sulle sue influenze: «Da giovane avevo le idee molto chiare, con il mio amico Andrei Tarkovsky sapevamo fin dall’inizio quali fossero gli autori da seguire, quelli da copiare – Kurosawa, Bresson, Fellini, Buñuel, i registi del neorealismo. Un cinema eroico, loro erano veri giganti come oggi non ce ne sono più».

«Oggi il cinema viene fatto oggi per i bambini e i teenager, mentre i genitori se ne restano a casa. Invece io faccio film per i genitori, quelli che leggono i libri».

Sui suoi trascorsi hollywoodiani: «Ho fatto film anche per i soldi, come “Tango & Cash” ma li facevo per poi fare arte e quando faccio arte penso prima di tutto a emozionare. Non certo a veicolare messaggi. Però, ora che ci penso, c’è un messaggio che attraversa tutti i miei film ed è: provate a farvi piacere le persone, amatele e siate consapevoli che potranno diventare cattive, facendovi soffrire proprio perché le amate».