PAOLO GENOVESE a SAN PIETROBURGO

Anche il cinema italiano è presente al VII Forum Internazionale Cultura di San Pietroburgo, manifestazione internazionale, in programma dal 15 al 18 Novembre, che vede l’Italia come Paese Ospite.

Lo fa con Paolo Genovese che oggi al cinema Rodina ha presenteto il suo film più recente “The place” per rispondere successivamente alla fine della proiezione alle domande di pubblico e critici.

Domani venerdì 16, Genovese sarà protagonista di una masterclass …Infine, sabato 17 novembre, al cinema Angleterre sarà proiettato “Perfetti sconosciuti”, insieme ad alcune sequenze del remake russo del film “Gromkaja Sviaz” interpretata da un gruppo dei popolarissimi interpreti locali del “Quartet i”. Lo scopo del confronto è quello di verificare affinità e differenze nella messa in scena, nell’atmosfera, nel carattere dei personaggi fra la versione originale e quella russa.

22 novembre ”Robin Hood – L’origine della leggenda” – Prodotto da Leonardo di Caprio e Jennifer Davisson, il film è diretto da Otto Buthurst

Prodotto da Leonardo di Caprio e Jennifer Davisson, il film è diretto da Otto Buthurst.

22 novembre ”Robin Hood – L’origine della leggenda” di Otto Bathurst con Taron Egerton – Robin Hood, Jamie Foxx – Little John, Ben Mendelsohn – Lo sceriffo di Nottingham, Jamie Dornan – Will Scarlet, Tim Minchin- Fra Tuck e Eve Hewson – Lady Marian. - 01 Distribution

In questa clip si vede l’allenamento del protagonista…..e la regia ….

Sinossi

Il segreto della leggenda di Robin Hood in un entusiasmante film d’azione e avventura. Al ritorno dalle Crociate, Robin di Locksley (Taron Egerton) scopre che l’intera contea di Nottingham è dominata dalla corruzione. L’ingiustizia e la povertà in cui vive il suo popolo lo spingono così a tramare per organizzare un’audace rivolta contro la potente Corona d’Inghilterra. Ma per farlo ha bisogno di un mentore: un abile quanto sprezzante comandante conosciuto durante la guerra (Jamie Foxx). Grazie a lui, il temerario Robin diventerà il leggendario Robin Hood e, forse, cercherà anche di riconquistare un amore che credeva perduto.

 

 

 

TOTO-CINEMOTORE …FANTASTICANDO.. : E SE SERVILLO FACESSE MANGIAFUOCO? FANTACINEMA..CON CECCHERINI E PAPALEO GATTO E LA VOLPE..E IL GRILLO PARLANTE E’..

SCOOP(?) : E SE SERVILLO FACESSE MANGIAFUOCO? FANTACINEMA..CON CECCHERINI E PAPALEO GATTO E LA VOLPE..E IL GRILLO PARLANTE E’..

TOTO-CINEMOTORE

Siamo andati domenica a Rivedere DOGMAN al Madison di San Paolo, un cinema che ha un’ottima affluenza di pubblico : grazie ad un’attenta multiprogrammazione (circuito privato) riesce a tenere nelle sale (in orari diversi) titoli altrove fuori programmazione . La sala (non grande) dove abbiamo visto Dogman era per metà piena dopo molti mesi dall’uscita (17 maggio 2018) .

Il film rivisto una seconda volta, esclusivamente al cinema, è ancora più bello ed emozionante (anche la prima volta è stata folgorante), apprezzi oltre alla regia,la fotografia e la bravura degli interpreti. Ed è l’unico film della stagione passata che può rappresentare l’Italia agli Oscar (in film italiani li vediamo tutti).

Ricordiamo Marcello Fonte premiato come Miglior Attore al Festival di Cannes 2018.

Dopo l’uscita del film su un’agenzia si leggeva “Garrone, avevo scelto Benigni per Dogman…”

Ora Benigni sarà nel suo attesissimo Pinocchio. Il film dove tutti vorrebbero recitare ma Garrone, grande regista, ha le idee sempre chiare.

Allora ci siamo messi a fantasticare….

Se Benigni fa Geppetto….unico titolo ufficializzato…

Toni Servillo potrebbe essere un perfetto Mangiafuoco

Siamo nell’ordine del fantacinema….stiamo fantasticando

A settembre avevamo lanciato altre due ipotesi Massimo Ceccherini e Rocco Papaleo per Il gatto e la volpe

Ceccherini con Paci e Monni hanno portato anni fa Pinocchio in teatro… Due strade per la stessa passione quelle di Benigni e Ceccherini che potrebbero rincontrarsi.

Allora chi potrebbe fare il grillo parlante?

Potrebbe essere Davide Marotta visto ne “Il professor Cenerentolo” di Leonardo Pieraccioni

L’attrice Maria Pia Timo potrebbe essere la lumaca….

E per la fatina ci sarebbe sia una bambina e che un’attrice ..vedi dopo…altre fantasticherie…

 

altre fantasticherie…

Il Fantacinema continua… la fatina da piccola NEL PINOCCHIO DI GARRONE potrebbe essere la stessa ragazzina (bravissima) di Dogman Alida Baldari Calabria che in Dogman interpreta la figlia di Marcello Fonte.

Lanciamo l’ipotesi  Matilda De Angelis come papabile Fatina grande del Pinocchio di Garrone

Si attende ora l’ufficialità del film italiano più atteso del prossimo anno (insieme a quello di Zalone sul set nel 2019)

 

Attendiamo di conoscere i veri nomi…. per ora sicuro Benigni..

Se esiste un toto-Sanremo perché non dovrebbe esistere un toto-Cinema

Show must go on

 

SAREBBE UN BEL CAST MA E’ SOLO FANTACINEMA….PER ORA

 

Caprio produttore del nuovo “Robin Hood” in sala giovedì prossimo 22 novembre

Di Caprio produttore del nuovo “Robin Hood” in sala giovedì prossimo 22 novembre

La possibilità di poter reinventare l’origine della ribellione di Robin e la sua ricerca di giustizia in un mondo corrotto ha spinto Leonardo DiCaprio a impegnarsi come produttore.

“Così come Bruce Wayne non intende diventare un eroe, ma vi è costretto perché Gotham City ha bisogno di un Batman, anche Robin non ha alcuna intenzione di essere ROBIN HOOD, ma Nottingham ha bisogno che lui lo diventi”.

######

Il 29enne Taron Egerton in Kingsman- Secret Service, ha già dimostrato la capacità di saper mescolare azione accompagnata da una vena di ribellione.
Egerton dice che la sceneggiatura gli ha fatto pensare a un Robin Hood dilaniato da una lotta interiore che scopre dentro di sé un fuoco e una abilità che non sospettava neppure di possedere, piuttosto che a uno statico personaggio da leggenda. “Per me, ROBIN HOOD è molto legato al mondo attuale e ho trovato la sceneggiatura coinvolgente e divertente”, dice Egerton.

Il Robin di Egerton è un veterano che torna a casa per trovare pace e conforto, ma si rende subito conto che la sua guerra non è finita…” All’inizio cerca di isolarsi, di non farsi coinvolgere, ma alla fine la sua coscienza gli impone di non ignorare quello che vede intorno a lui..”Non sono uomini in calzamaglia che vanno su e giù per la foresta di Sherwood”

Il regista di Robin Hood ” (in sala il 22 novembre) una storia decisamente contemporanea e importante”

“Per me ROBIN HOOD aveva le potenzialità per diventare una storia decisamente contemporanea e importante”, spiega Bathurst. “C’è un uomo che apparentemente ha una vita perfetta e confortevole, poi va in guerra, pieno di ideali, credo e passione, ma si accorge della corruzione e della malvagità dei potenti che governano il mondo – e questo lo distrugge, distrugge la sua fiducia nella nazione e nella religione e si ritrova disilluso e disgustato. Noi vediamo Robin come un eroe, ma io ho voluto scoprire il perché e come sia diventato una leggenda, cosa bruciava dentro di lui e cosa lo ha spinto a combattere con una tale dedizione per scoprire la verità”.

Film in uscita negli Usa

Negli Usa il 21 novembre usciranno in sala 5 titoli molto attesi

“Robin Hood – L’origine della leggenda” (2018) prodotto da Leonardo DiCaprio in Italia dal 22 novembre

“Creed II” (2018) in Italia dal 24 gennaio

“Ralph Spacca Internet“ (2018) in Italia dal 1 gennaio

“Green Book” (2018) in Italia dal 31 gennaio

“The Front Runner” (2018) in Italia dal 21 febbraio

e dal 23 novembre

“La favorita” di Yorgos Lanthimos in Italia dal 24 gennaio
“Un affare di famiglia” già uscito in Italia

NUMERO DI SALE A ROMA CHE PROGRAMMANO I TITOLI IN USCITA OGGI (DA TROVACINEMA)

“Animali fantastici: I crimini di Grindelwald” di David Yates 43 sale a Roma

”Widows – Eredità criminale” di Steve McQueen 23

“Cosa fai a Capodanno?” di Filippo Bologna 22

“Red Zone – 22 miglia di fuoco” di Peter Berg 17

“Chesil Beach – Il segreto di una notte” di Dominic Cooke 13

“In guerra” di Stéphane Brizé 2

“Red Land (Rosso Istria)” di Maximiliano Hernando Bruno 2

“Summer” di Kirill Serebrennikov 1

“Styx” di Wolfgang Fische 1

########

Città (e province) con più di 60 schermi

Roma 395
Milano 267
Napoli 130
Torino 130
Bari 109
Firenze 82
Palermo 74
Bologna 69
Genova 65
Bergamo 62
Catania 62

Incassi totali stagione

Incassi totali stagione 2018-2019 – Dati Cinetel – TITOLI ITALIANI USCITI DOPO IL 1 AGOSTO

1) ANIMAZIONE – “Hotel Transylvania – Una vacanza mostruosa” di Genndy Tartakovsky 12.2 mil. di euro (22/8) – Warner Bros Italia

2) ANIMAZIONE – “Gli Incredibili 2″ di Brad Bird 11.9 (19/9/2018) – The Walt Disney Company Italia

3) MARVEL – “Venom” di Ruben Fleischer 8.4 mil. di euro (4/10/2018) – Warner Bros Italia

4) FANTASY – “Lo schiaccianoci e i quattro regni” di Lasse Hallström e Joe Johnston 7.3 mil. di euro (31/10) – The Walt Disney Company Italia

5) DRAMMATICO/MUSICALE – “A star is born” di Bradley Cooper 6.5 (11/10/2018) – Warner Bros Italia

6) HORROR – “The Nun – La Vocazione del Male” di Corin Hardy 5.4 – Warner Bros Italia

7) ACTION – “Mission: Impossible : Fallaout” di Christopher McQuarrie 5.2 mil. di euro (29/8/2018) – 20th Century Fox

8) ACTION – “Shark – Il primo squalo” di Jon Turteltaub 5 mil. di euro (9/8/2018) – Warner Bros Italia

9) MARVEL – ”Ant-Man and the Wasp” di Peyton Reed 4.8 mil. di euro (14/8) – The Walt Disney Company Italia

10) COMMEDIA/MUSICALE – ”Mamma Mia! Ci risiamo” di Ol Parker 3.3 mil. di euro (6/9/2018) – Universal Pictures International Italy

5 titoli per Warner Bros, 3 della Walt Disney, 1 per 20th Century Fox, 1 della Universal

Animali fantastici solo con le anteprime serali conquista la vetta degli incassi di ieri

ITALIA – MAGGIORI INCASSI IERI – Dati Cinetel

1* NEW ENTRY “Animali fantastici: I crimini di Grindelwald” di David Yates € 273.159 (Incasso della anteprime serali di ieri)

2* NEW ENTRY “Coldplay: A Head Full of Dream” di Mat Whitecross € 208.590 (1 giorno di programmazione)

3* “Lo Schiaccianoci e i Quattro Regni” di Lasse Hallström € 101.882

Oggi escono in sala altri 9 film

“Cosa fai a Capodanno?” di Filippo Bologna, ”Widows – Eredità criminale” di Steve McQueen, “Red Zone – 22 miglia di fuoco” di Peter Berg, “In guerra” di Stéphane Brizé, “Summer” di Kirill Serebrennikov, “Chesil Beach” di Dominic Cooke, “Red Land” di Maximiliano Hernando Bruno, “Styx” di Wolfgang Fische e “Non dimenticarmi” di Ram Nehari.