Pietro Peligra (CEO di RS Productions e Rolling Stone) premiato all’Ischia Global Film & Music Festival

Alla 18esima edizione dell’Ischia Global Film & Music Festival il CEO di RS Productions è stato premiato da Enrico Vanzina come “Best Emerging Producer”.

RS Productions ha presentato al festival tre dei suoi documentari: “Spicy Calabria”, “Il Coraggio del Leone” e “Fuoriclasse – Dai banchi di scuola alle classifiche”

 

 

 

 

La Società PFA Films di Pier Francesco Aiello ha acquisito i diritti per la distribuzione cinematografica di tre lungometraggi prodotti da RS Productions: “Il Coraggio del Leone”; “Lockdown Generation” e “Soul Travel” a breve nelle sale cinematografiche

La Società PFA Films di Pier Francesco Aiello ha acquisito i diritti per la distribuzione cinematografica di tre lungometraggi prodotti da RS Productions: “Il Coraggio del Leone”;  ”Lockdown Generation” e “Soul Travel”.

I film saranno a breve nelle sale cinematografiche del circuito UNICI in tutta Italia.

 

“Il Coraggio del Leone” dal 2 agosto al cinema

Ragia: Marco Spagnoli, con Anna Foglietta

SINOSSI

Il Leone è il simbolo di Venezia, ma anche del coraggio: quello di una città e – nel nostro caso – di un Festival cinematografico e di un evento mediatico che non si sono arresi e che caparbiamente hanno “voluto” fortemente essere realizzati a dispetto del mondo intorno, del Covid 19 e della grande incertezza che domina la situazione globale.

In una città ‘anomala’, mai vista prima così deprivata di turisti e del caos generale, comincia il nostro racconto fatto quindi di una Venezia mai vista prima e – pertanto – poco o nulla raccontata cinematograficamente. Un crescendo di emozioni, che tra palco e dietro le quinte, tra quello che passa davanti allo schermo e ciò̀ che resta dietro coinvolge lo spettatore in profondità.

 

“Lockdown Generation” dal 16 agosto al cinema

Ragia: Francesco Cinquemani, con Joyce, Mattia, Roberto E Manuele, Irene, Zacharias, Luke, Valeria, Giuseppe, Lorenzo, Eva

SINOSSI

Un gruppo di bambini di diverse nazioni, di età̀ compresa tra 3 e 9 anni, sta crescendo in isolamento tra strade deserte e scuole online. È la prima volta nella storia dell’umanità̀ che si è verificato un evento simile. Come sarà̀ la nostra società̀ dopo il Covid 19? E quale effetto avrà̀ sui nostri figli? Lockdown Generation mostra la realtà̀ in cui vivono i bambini mentre un nuovo mondo sta nascendo.

I bambini sono grandi narratori. Lo fanno in modo brutale puntando all’essenziale e condividendo onestamente le esperienze. Parlando della loro esperienza comune, rafforzando il senso di appartenenza individuale. Stanno attraversando un periodo a cui nessun’altra generazione ha mai assistito prima. Questi giorni lasceranno un forte segno nelle loro vite e probabilmente avranno anche un impatto drammatico sulle loro scelte future.

 

“Soul Travel” dal 23 agosto al cinema

Regia: Guia Zapponi, con Guia Zapponi, Giò Sada, Valentina Della Rocca, Federico Piffaretti.

SINOSSI

Soul Travel è un documentario cinematografico della durata di 70’.
Il tema del viaggio, non solo fisico ma anche inteso come percorso interiore, è il fil rouge che, dall’Italia, condurrà̀ lo spettatore alla scoperta di uno dei luoghi più spettacolari della Terra: Il vulcano Kilimanjaro.

Il viaggio inteso come mezzo che conduce dall’ignoranza all’illuminazione; così sarà̀ per i quattro protagonisti, due uomini e due donne, messi alla prova lungo la strada tortuosa che porta a una meta affascinante e avventurosa e che, alla fine, li spingerà̀ alla scoperta di se stessi.

 

Con Morrison Zampaglione conquista il pubblico raccontando una storia universale

Con Morrison Zampaglione conquista il pubblico raccontando una storia universale

Al suo quarto lugometraggio con Morrison Federico Zampaglione  riesce a convincere il pubblico raccontanto una storia popolare. Una storia che parla di riscatto, di sentimento, di amicizia e di quando la vita ti presenti il conto se cerch soloi il successo  aspettandoti dagli altri qualcosa e non dando te qualcosa agli altri . Nella masterclass ai giovani ha raccontato di quanto la musica sia stata indispensabile nella sua vita. Federico Zampaglione – premiato a Maratee-  che ha un disco in uscita tornerà prossimamente sul set per girare un horror

Ultima settimana di apertura per la mostra “Il Centenario – Alberto Sordi 1920-2020″ | Roma, fino all’1 agosto

Giunge all’ultima settimana di apertura la Mostra “Il Centenario – Alberto Sordi 1920 – 2020” nella leggendaria Villa dell’attore, nel cuore di Roma.

 

C’è tempo, infatti, fino al primo agosto per visitare la Villa, aperta al pubblico per la prima volta in occasione di questa mostra. Un’occasione imperdibile, già colta da oltre 60.000 spettatori, nonostante le numerose chiusure causate dal Covid, per scoprire i vari ambienti della casa, conservati negli anni così come sono stati lasciati dall’indimenticabile Alberto Sordi, per illustrarne la vita e la lunga carriera attraverso documenti inediti, oggetti, abiti, fotografie, video, curiosità. Un’esperienza immersiva e totalizzante, un viaggio spettacolare alla scoperta dell’artista e dell’uomo privato.

 

Negli INTERNI della Villa, i visitatori scopriranno, all’inizio del percorso, il Teatro che Sordi fece costruire per rappresentazioni private o proiezioni con pochi amici. Un vero gioiello architettonico, con tanto di camerini per gli attori, una galleria di sculture commissionate a Spadini e un fondale ad opera di Severini. All’interno del Teatro, come in una sorta di presentazione generale, si racconta il piccolo e poi il giovane Alberto, inserito nel suo contesto di origine, tra le amate sorelle Aurelia e Savina e il fratello Giuseppe, la madre maestra e il padre musicista che tanto ha influito nella sua prima formazione.

 

Si potranno visitare poi la palestra - con il toro meccanico con cui Sordi faceva a gara con gli amici, la bicicletta con cui andava in giro, la cyclette, e tanti altri attrezzi sportivi – i saloni, con i bellissimi De Chirico che Sordi aveva acquistato direttamente dal pittore, suo amico; il suo studio, allestito così come lui lo aveva lasciato, la camera da letto dove muore nel febbraio 2003 e, ancora, la curiosa e unica barberia.

 

I visitatori troveranno poi all’ESTERNO due tensostrutture allestite per ospitare i tantissimi documenti, gli audio, i filmati, per percorrere in maniera puntuale i momenti principali dagli inizi: il doppiaggio, la radio, i film. Di particolare interesse i manoscritti autografi di copioni, le sceneggiature per la radio, il Giro d’Italia per il quale Sordi fece il cronista, e gli sketch radiofonici con i personaggi di Mario Pio e Conte Claro; uno spazio dedicato a “Mamma mia che impressione”, primo film scritto e prodotto da Sordi nel 1951, che si potrà vedere interamente nella saletta cinema. E poi ancora una grande sezione dedicata al Sordi segreto, con sette capitoli pieni di curiosità: attraverso ricordi, foto e materiale inedito, si racconta Sordi benefattore, Sordi e gli animali (la sua passione per i cani, i cavalli…), l’intenso rapporto del nostro con le donne (Sordi scapolo d’oro, fidanzato sempre, sposato mai), etc.

 

A completamento della Mostra, i due cataloghi Skira a cura di Alessandro Nicosia, Vincenzo Mollica, Gloria Satta, Maria Cristina Bettini e Gina Ingrassia.

 

La Mostra è promossa da Fondazione Museo Alberto Sordi, con Roma Capitale e con Regione Lazio, con il riconoscimento del MIC Direzione Generale Cinema e AudiovisivoSoprintendenza Speciale di Roma Archeologia Belle Arti PaesaggioSoprintendenza Archivistica e Bibliografica del Lazio, con il patrocinio di SIAE, con il sostegno di Luce CinecittàAceaBanca Generali Private e con la collaborazione di Rai Teche, è curata da Alessandro Nicosia con Vincenzo Mollica e Gloria Satta, prodotta e organizzata da C. O. R. Creare Organizzare Realizzare.

 

 

DOVE 

Villa di Alberto Sordi, Piazzale Numa Pompilio, Roma

(biglietto 12 euro)

 

QUANDO 

4 maggio – 1 agosto 2021

(tutti i giorni, con obbligo di prenotazione nel weekend e nei giorni festivi)

 

INFO E PRENOTAZIONI

06.85353031 | info@centenarioalbertosordi.it

 

GRUPPI E SCUOLE

06.85353031 | gruppi@centenarioalbertosordi.it

 

PREVENDITE SINGOLI

06.48078290 | www.vivaticket.it

Al backdrop …Marateale

Al backdrop …Marateale

Luca Ward

https://www.instagram.com/p/CR2D1-vKlQD/

##

Zampaglione e Marra

https://www.instagram.com/p/CR3FCeAKbCY/

##

Due delle conduttrici della prima serata

https://www.instagram.com/p/CR3GuaiK3Dx/

##

Rocco Papaleo

https://www.instagram.com/p/CR3FkH5qo9t/

##

Alice Maselli ..aspettando Come un gatto in tangenziale – Ritorno a
Coccia di Morto

https://www.instagram.com/p/CR2VOIHqbyn/

Sabina Stilo e Alice Maselli

https://www.instagram.com/p/CR2ZPo0hMNW/

MARATEALE…UN FIUME IN PIENA LUCA WARD, DISPONIBILISSIMO NELL’INCONTRO CON I GIOVANI PER FAR CAPIRE QUANTA FATICA CI SIA DIETRO UNA CARRIERA..

QUANDO MI RITROVAI IN SALA STANLEY KUBRICK …AL MIO SEGNALE
SCATENATE…. L’ANEDDOTO GUSTOSISSIMO ….. UN FIUME IN PIENA LUCA
WARD, DISPONIBILISSIMO NELL’INCONTRO CON I GIOVANI PER FAR CAPIRE
QUANTA FATICA  CI SIA DIETRO UNA CARRIERA…. …..Russell Crowe?
pensate che per quel ruolo volevano Mel Gibson e quando Russel arrivò
a Roma mi portò….

Ero fuori Roma, mi chiamarono per il film Full Metal Jacket, quando
tornai mi vidi in sala di doppiaggio  proprio lui  STANLEY KUBRICK
……
Un fiume in piena ….di aneddoti Luca Ward che a Maratea non si è
risparmiato rispondendo a tutte le domande dei giovani e della
bravissima e competente giornalista  Barbara Tarricone ….

Russell Crowe? Arrivò per una prima di un suo film ….tutti eleganti,
pronti…dopo un pò mi fa “tu il film lo conosci perchè lo hai
doppiato io lo conosco perchè l’ho fatto…andiamoci a fare un
giro…”.. mi portà ai Fori Imperiali….e mi fece da guida
spiegandomi che i Neozelandesi come lui studiano la storia di Roma fin
da piccoli e lui è sempre stato un appassionato di storia…..Russel
mi spiegò che nella sua carriera aveva ricevuto tantissimi no, perchè
non era abbastanza bello, affascinante, alto, etc….poi arrivò la
fortuna che RIdley Scott invece di scegliere Mel Gibson che volevano
le major si battè per prendere Russell Crowe…

Io ho iniziato come doppiatore in un periodo in cui non bisognava
svelare cosa stessi doppiando… i miei maestri sono stati Giuseppe
Rinaldi doppiatore di  Jack Lemmon, Paul Newman, Peter Sellers,
Richard Burton, James Dean…Ferruccio Amendola che mi ha insegnato a
scoprire il significato di ogni parola….Pino Locchi doppiatore si
Sean Connery,  Tony Curtis, Roger Moore, Charles Bronson, Terence
Hill, Sidney Poitier, Jean-Paul Belmondo…..

Con i miei colleghi siamo rammaricati che spesso il doppiaggio stia
prendendo una piega diversa dei grandi del passato…Francesco
Pannofino, Pino Insegno, GIancarlo Giannini dei veri mostri e   me
non facciamo i direttori e ci dispiace che oggi vogliono fare tutto
velocemente, noi vogliamo lasciare qualcosa, come i nostri maestri,
vogliamo costruire il personaggio ma non sempre è possibile…. perchè
vogliono tutto a poco e velocemente….

Ora dovrò doppiare Matrix 4…. anche se oggi non puoi spesso dire
cosa stai doppiando…sto anche lavorando al doppiaggio di un film con
Gerard Butler che stimo molto perchè produce i suoi film di genere che
poi vende in tutto il mondo..

Ricordiamoci che senza doppiatori i più grandi film del passato non
sarebbero stati la stessa cosa……

Luca Ward ha raccontato anche degli scherzi che peso fa .telefonici
agli amici…. e rivolgendosi ai giovani  attori ha ribadito  “se
qualcuno vi dice di lasciare stare, non gli date retta e continuate
per la
vostra strada….poi naturalmente servirà oltre al talento fortuna,
fortuna, fortuna….  ”

Ecco il video dell’incontro completo e Marateale edizione  già partita
col botto e che continua stasera con Zampaglione, Papaleo, Alice
Maselli giovane promessa di Un gatto in tangenziale Ritorno a Coccia
di morto…per passare domani a tanti altri artisti con un finale che
vedrà Matt Dillon, Lillo e Verdone tra i mattatori delle ultime
serate…

Show must go on

Masterclass doppiaggio Luca Ward  Tanti aneddoti imperdibili

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=374359037455418&id=100004336683746

11 Novembre “GHOSTBUSTERS: LEGACY ” di Jason Reitman – Warner Bros Pictures Italia

Arrivati in una piccola città, una madre single e i suoi due figli iniziano a scoprire la loro connessione con gli Acchiappafantasmi originali e la segreta eredità lasciata dal nonno. Ghostbusters: Legacy è scritto da Jason Reitman & Gil Kenan.

Ghostbusters: Legacy, diretto da Jason Reitman e prodotto da Ivan Reitman, il nuovo capitolo della saga originale Ghostbusters.

 

 

“MARATEALE” PARTE COL BOTTO: FEDERICO ZAMPAGLIONE, LUCA WARD, ALICE MASELLI E ROCCO PAPALEO ALLA SERATA INAUGURALE

“MARATEALE”: FEDERICO ZAMPAGLIONE, LUCA WARD, ALICE MASELLI E ROCCO PAPALEO ALLA SERATA INAUGURALE
Ogni sera in programma anche proiezioni di film e presentazioni di libri 
Al via questa sera a Maratea, la tredicesima edizione di “Marateale - Premio internazionale Basilicata”, in programma fino a sabato nella splendida location dell’hotel Santavenere, un “tempio” ideale che testimonierà l’incontro fra cinema e glamour, cultura e spettacolo.
Ad aprire la serata l’esibizione della “Marateale Brass orchestra”; a seguire la proiezione del cortometraggio vincitore del “Millenium Award 2021″, la premiazione dell’istituto tecnologico Villa d’Agri e dell’Accademia del Mediterraneo per la realizzazione del cortometraggio “Mondi Possibili” che vedrà la presenza di Alberto Barbera, direttore del “Festival di Venezia”, e Beatrice Bulgari, presidente onorario di “Marateale”. Non mancherà poi uno spazio dedicato alla Commissione regionale per le pari opportunità, con la proiezione del cortometraggio “Ricordo Opaco” di Rosita La Rocca.
Momento clou della serata, l’intervista di Monica Marangoni e Carolina Rey a Federico Zampaglione, un artista poliedrico, che oltre a collezionare numerose soddisfazioni sul fronte musicale come frontman dei Tiromancino, continua a raccoglierne anche come regista e sceneggiatore di apprezzate opere cinematografiche, a Giglia Marra, attrice nel film inedito “Morrison”, a Luca Ward, doppiatore e attore e a Rocco Papaleo, attore e regista lucano.
Grande attesa anche per lo Spazio Giovani condotto da Janet De Nardis che ospiterà l’attrice Alice Maselli, in procinto di tornare sul grande schermo con la pellicola “Come un gatto in tangenziale – Ritorno a Coccia di Morto”, e intervisterà Luigi Piro per la presentazione della app “Check”.
Nel corso delle prossime serate sul palco di “Marateale” saliranno numerosi artisti, da Matt Dillon, a Carlo Verdone, Stefano Fresi, Lillo, Remo Girone, Giovanni Allevi, Arianna, Nancy Brilli, Cinzia TH Torrini, Giovanni Veronesi, Paolo Genovese e tanti altri. Fino a sabato i protagonisti della kermesse cinematografica saranno anche protagonisti di masterclass, coordinate dalla giornalista Barbara Tarricone Hamilton. Tra le novità di questa edizione,le proiezioni ogni sera di alcuni film nell’arena inaugurata ieri sera sulla spiaggia di Fiumicello. Stasera in programma dalle 21 la proiezione dei corti in concorso per “Marateale in short” e a seguire “Morrison” Federico Zampaglione .Ogni giorno, poi, in attesa delle serate di “Marateale”, in piazzetta del Gesù, sempre a Fiumicello, ci saranno incontri e dibattiti. Inoltre, ogni pomeriggio da domani al 29 Luglio, dalle ore 17 alle ore 19, “Radio Potenza Centrale” farà dei collegamenti in diretta per dare voce ai protagonisti dell’evento, ma soprattutto agli operatori e alle eccellenze di Maratea. Inoltre, a partire dalle ore 19, previste presentazioni di libri e incontri. Domani sera la presentazione, curata da Andrea Di Consoli, del libro “I veneratori della preziosa effigie” di Riccardo Giorgi.
“Marateale”, lo ricordiamo, si svolge nel rispetto delle normative Covid. Per accedere all’evento è necessario scaricare dal proprio store l’applicazione Ufirst e registrarsi. Per coloro che non riusciranno ad accedere al Santavenere, l’amministrazione comunale ha messo a disposizione due maxi schermi nella piazza principale del centro storico e al porto.